In queste ore sono scoppiate roventi polemiche sui premi stabiliti dalla Regione, alla vigilia delle elezioni, a favore, tra gli altri, del Commissario di ALISA Walter Locatelli, già boss della sanità lombarda.

Al di là del fatto che basta parlare con i Lombardi per capire a cosa è stata ridotta la loro sanità nel periodo acuto del Covid 19, Grande Liguria non si unisce al coro delle critiche.
Locatelli, commissario senza concorso, nominato per meriti politici, sta portando a compimento alla perfezione ciò che la parte politica gli ha ordinato.
Distruggere la sanità pubblica, che non a caso la Corte dei Conti giudica tra le più care e inefficienti di Italia, e mettere in mano ai privati la pelle dei liguri.
Per i passi avanti compiuti verso questo obiettivo, Locatelli meriterebbe anche più del premio stabilito.
Grande Liguria ha già pronto il progetto di legge regionale per rimandare Locatelli subito in Lombardia ed abrogare ALISA.

Locatelli ritiri il suo premio e vada via.